domenica 6 maggio 2012

Laboratorio di Arteterapia

Un laboratorio di Arte terapia, denominato “integrAZIONE”, scandisce i 10 anni di attività del Centro pomeridiano "Le Rondini", un servizio di doposcuola che si propone di seguire i bambini e i ragazzi nello svolgimento pomeridiano dello studio e di aiutarli laddove trovino delle difficoltà nelle materie scolastiche, cercando di colmare eventuali lacune e facendo riscoprire lo studio come momento di crescita personale ma anche di interesse. Inoltre si propongono dopo i compiti attività educative, offrendo loro la possibilità di un’esperienza di socializzazione e di solidarietà interculturale. Il progetto ”integrAZIONE” è stato attivato per gli adolescenti iscritti al Centro con un ciclo di incontri a cadenza settimanale tenuti dalla Dott.ssa Flavia Galassi, Psicoterapeuta Espressiva specializzata in Danza-Movimento Terapia presso l’Art Therapy Italiana di Bologna. Il lavoro si basa su un approccio che ha origine alla fine degli anni ’40 negli Stati Uniti (M.Chase) e che si collega al più recente sviluppo delle Psicoterapie Espressive (J.Kestenberg). L’attività è utile per promuovere il benessere psicofisico, prevenire situazioni di disagio, offrire un sostegno psicologico a mediazione corporea. In particolare si rivolge a bambini, pre-adolescenti e adolescenti con difficoltà di apprendimento scolastico e a rischio di emarginazione, e a persone con disagio psichico (depressione, tossicodipendenza, disturbi psicosomatici, psicosi). Nel caso specifico del Progetto IntegrAZIONE l’intervento pone alla sua base tecniche di movimento creativo, unite all’arte-terapia e utilizza in maniera privilegiata il linguaggio del corpo come strumento espressivo e comunicativo all'interno di un processo creativo che facilita l'integrazione psicofisica dell’adolescente. Per promuovere il processo creativo e l'espressività personale all'interno del gruppo si adottano atteggiamenti quali la sospensione del giudizio e della critica, il rispetto e la valorizzazione delle differenze individuali, la promozione delle attività di gioco e degli scambi comunicativi per creare un clima di fiducia, la formulazione di regole e strutture per il movimento al fine di creare un ambiente protetto e sicuro all'interno del quale ogni soggetto possa sentirsi parte di un gruppo. I principali obiettivi e benefici attesi sono: favorire la consapevolezza corporea, migliorare la relazione tra corpo e psiche, facilitare l'integrazione dei linguaggi non verbali (corporeo,grafico-pittorico e fotografico) e di quello verbale, sensibilizzare al riconoscimento degli stati emotivi; migliorare la capacità di comunicazione con l'altro e con l'ambiente, favorendo anche una comunicazione sociale più adeguata. La possibilità di svolgere questi incontri è stata realizzata grazie alla richiesta della coordinatrice del Centro “Le Rondini”, che ha creduto nel progetto e nelle modalità di incontro offerte tramite il movimento e l’arte e ha coinvolto alcune volontarie che hanno collaborato e partecipato agli incontri, sostenendo ancora di più l’innovazione di questa iniziativa.